Philippe Louis François Daverio era nato a Mulhouse il 17 ottobre del 1949, è stato un grande storico dell’arte che, con il suo meraviglioso modo di fare, ha fatto appassionate tutte le persone con cui veniva a contatto.

Lo abbiamo sicuramente visto tutti, grazie ai programmi tv a cui ha partecipato, sempre con grande serietà e professionalità. Sapeva raccontare l’arte come pochi al mondo sanno fare.

Vogliamo citarne alcuni:

  • Art’ è (andato in onda su Rai 3 nel 1999)
  • Art.tù (andato in onda su Rai 3 nel 2000)
  • Passepartout (andato in onda su Rai 3 nel 2001)
  • Emporio Daverio (andato in onda su Rai 5 nel 2011)
  • Il Capitale di Philippe Daverio (andato in onda su Rai 3 nel 2012)

Tra le sue opere artistiche possiamo anche trovare alcuni libri, pubblicati grazie alla casa editrice Rizzoli, pubblicati dal 2011 al 2015:

  1.  ‘Il museo immaginato’,
  2. ‘Il secolo lungo della modernita”,
  3. ‘Guardar lontano veder vicino’,
  4. ‘Il secolo spezzato delle avanguardie’,
  5. ‘La buona strada’,
  6. ‘L’arte in tavola’,
  7. ‘Il gioco della pittura’.

La sua vita è stata piena di passioni, per la politica, per lo studio, per l’arte e soprattutto per la cultura. Quella cultura aperta a tutti e che può essere amata ed osservata da ogni singolo individuo.

Grazie ai suoi programmi, come ad esempio Passepartout, ha saputo accompagnare, tutti noi italiani, nella scoperta dei grandi monumenti architettonici.

Questo non solo ci ha fatto assaporare l’arte e la cultura ma ha saputo farci avvicinare al nostro patrimonio culturale, invidiato ed amato da tutto il mondo.

Vogliamo lasciarvi ad un video (canale youtube ufficiale di Philippe Daverio) che è stato girato nei primi mesi del 2020 ma che, possiamo scriverlo tranquillamente, è ancora molto attuale.