Pub, selfie e passaparola sono in simbolo di una vittoria

 

Un successo frutto di organizzazione e, soprattutto, ottima comunicazione.

Vaccinare, vaccinare, vaccinare. Convincendo anche i più restii e non sprecando nessuna dose.

 

Aprile mese decisivo

Il mese appena entrato sarà quello dei richiami. La strategia adottata in Gran Bretagna è stata infatti quella della singola dose a più persone possibili, per immunizzare in maniera massiccia la popolazione e soltanto dopo avviare l’iter della seconda dose.

 

Una macchina vaccinale perfetta

Un percorso senza intoppi, con un’ organizzazione logistica impeccabile.
Non solo: a fare la differenza è stata, infatti, la comunicazione messa in campo.
Social, sms e – per coinvolgere le comunità multietniche – centri vaccinali siti in moschee e luoghi di culto.
Con un solo “mantra” a farla da padrone sin dall’inizio: nessuna dose deve andare sprecata.

 

Londra esulta e indica la via

La città simbolo vede la luce e si prepara ad un allentamento, graduale, delle restrizioni.
Un Paese letteralmente travolto dalla prima fase ha saputo, quindi, reagire divenendo al contempo modello d’eccellenza e fonte di ispirazione per tutti gli altri.