La moda è sempre stata un elemento fondamentale del francese sia culturalmente che economicamente.
Anche se non sei un esperto almeno avrai sentito parlare di Coco Chanel, unico nel nel suo genere,  nata da una famiglia molto povera per poi diventare un icona della moda per eccellenza.

Ma come nasce l’amore per le Camelie? La giovane Coco, quando era ragazza, passò per caso davanti a un fioraio in rue Cambon a Parigi e si innamorò della Camellia Japonica Alba Plena, il fiore bianco.

La sua purezza e la sua invincibilità la spinsero a farla diventare il simbolo emblematico della casa. Questo risale al 1913, Coco appuntò una camelia bianca alla cintura.

 

Camelia-Coco-Chanel-scaled

Non riuscendo più a riprendersi da questa “dolce malattia”, l’unico modo per liberarsene è stato trovare un luogo che potesse celebrare appieno la bellezza del fiore. Come sede della sua fattoria di camelie , scelse un’ex azienda agricola a Gaujacq, comune delle Landes: fu dunque lì che nacque il “laboratorio all’aperto” di Gabrielle, un’area di 40 ettari di camelie Alba Plena Oleifera,  coltivate senza input e in agroforestazione.