L’inizio della fine di Donald Trump. Assume questo significato per Bernie Sanders la vittoria appena conquistata alle primarie democratiche nel New Hampshire. “Quello che abbiamo fatto insieme qui non è nulla di meno dell’inizio di una rivoluzione politica. Grazie per la vittoria di stasera, adesso vinceremo anche le prossime” ha esultato, davanti ai suoi elettori, il senatore del Vermont che ha conquistato il 26% delle preferenze staccando di meno di due punti il giovane ex sindaco di South Bend, Pete Buttigieg, che in Iowa lo aveva battuto di un soffio strappando due delegati in più.

Sanders aveva trionfato nello Stato del granito anche durante le presidenziali del 2016 ma con un vantaggio nettamente più ampio. In ogni caso, la sua vittoria nel New Hampshire, insieme alla forte performance ai caucus dell’Iowa, lo consolida come favorito per la nomination democratica.

La sorpresa della serata è la senatrice centrista del Minnesota Amy Klobuchar, che si piazza terza quasi col 20% insidiando la leadership di Buttigieg e vincendo nettamente la sfida tutta femminile con Elizabeth Warren, precipitata dal podio sotto il 10%. L’altro sconfitto della serata è il candidato moderato dell’establishment del partito, Joe Biden, che però è andato peggio del previsto, scivolando dal quarto posto in Iowa al quinto posto in New Hampshire con un risicato 8,4%. Ultimo l’ex vicepresidente Joe Biden, con l’8,4% dei voti.

Intanto arrivano anche i primi ritiri dalla corsa dem. L’imprenditore Andrew Yang, candidato democratico alla Casa Bianca, ha ringraziato i sostenitori via Twitter, poco dopo la chiusura della maggioranza dei seggi delle primarie del New Hampshire, annunciando il ritiro della sua candidatura. A seguire, anche il senatore democratico del Colorado Michael Bennet ha abbandonato la corsa per la Casa Bianca. Il 55enne moderato ha annunciato il suo ritiro sull’onda dei deludenti risultati, seppure ancora parziali. E pure l’ex governatore del Massachusetts Deval Patrick, secondo quanto annuncia Cbs News, annuncerà oggi la sospensione della sua campagna presidenziale.



 

Ma il primo vincitore delle primarie per la Casa Bianca in New Hampshire è stato Donald Trump, che ha trionfato in quelle repubblicane trovando anche il tempo per commentare la competizione del partito rivale: “Elizabeth Warren, alle volte chiamata Pocahontas, sta avendo davvero una brutta notte”, ha twittato. Quindi non ha nascosto di preferire come avversario Sanders piuttosto che l’indipendente Bloomberg.

Il prossimo appuntamento è con i caucus del Nevada il 22 febbraio, seguito dalle primarie della Carolina del Sud il 29 febbraio.

Tags: Stati Uniti, primarie, dem, Sanders, vittoria, New Hampshire, Buttigieg, Trump, Warren, Casa Bianca