fbpx

La restrizione calorica è solitamente la prima raccomandazione per coloro che vogliono perdere peso. Un nuovo studio, tuttavia, ha suggerito che l’abbassamento dell’apporto calorico giornaliero può comportare numerosi benefici anche per le persone che rientrano nell’intervallo di peso adeguato. Tra questi, minori rischi di sviluppare ipertensione, diabete e cancro. 

Secondo i ricercatori, un taglio di sole 300 calorie già migliora significativamente i livelli di colesterolo, ipertensione e glicemia. Lo studio, pubblicato sulla rivista The Lancet Diabetes  & Endocrinology,sottolinea inoltre che questo cambiamento nell’abitudine può aiutare a ridurre circa il 10% del peso corporeo. 

Inoltre, la riduzione calorica aiuta a migliorare le funzioni cardiometaboliche, che coinvolgono il cuore e il sistema circolatorio.

 

Per ottenere questi buoni risultati, è sufficiente tagliare i piccoli snack calorici tra i pasti principali, tra cui barrette di cereali, toast aromatizzati e succhi industrializzati. “Le persone possono fare questo se osservano semplicemente piccole indiscrezioni qua e là, o forse riducono la quantità, come non fare spuntini dopo cena”, ha detto l’autore principale William E. Kraus di Medical News Today . 

La maggior parte dei partecipanti allo studio è stata in grado di ridurre solo il 12% della quantità di calorie giornaliere. Anche così, questo è stato sufficiente per ridurre da 200 a 300 calorie al giorno da mangiare, aiutando a migliorare i livelli di colesterolo e pressione sanguigna, i livelli di zucchero nel sangue e la salute metabolica complessiva. Questo progresso, quindi, era associato a minori rischi di malattie croniche. 

la restrizione calorica ha anche agito positivamente in proteina  proteina C-reattiva , una sostanza che rivela i livelli di infiammazione ed è associata con la malattia di cuore, il declino cognitivo e il cancro. Inoltre, l’intervento ha favorito la sensibilità all’insulina (che riduce il rischio di diabete) e marcatori della sindrome metabolica (condizione che aumenta il rischio di ictus) e malattie cardiache.

Nonostante i risultati, altri studi indicano che il conteggio delle calorie non produce sempre risultati accurati. È importante ricordare che alcuni alimenti possono fornire la stessa quantità di energia ma influenzano il corpo in modo diverso, come nel caso degli alimenti trasformati rispetto alle loro versioni naturali. La ricerca indica che limitare le calorie può danneggiare la salute mentale. 

Pertanto, prima di effettuare qualsiasi intervento nella dieta, è estremamente necessario consultare uno specialista. 

  1. Radio Antenna1