fbpx

 

Si conclude la settimana di proteste per il clima. L’ultimo round di proteste è programmato oggi per coinvolgere Asia e Europa e culminare in una manifestazione a Montreal, in Canada, dove è prevista la partecipazione della giovane attivista Greta Thunberg.

In Italia. Centinaia di studenti in più di 150 città insieme ad altri ragazzi di 210 Paesi, partecipano alla giornata “Fridays for future”, la manifestazione a favore del clima. “Abbiamo l’acqua alla gola e non possiamo aspettare. Ci rendiamo conto – spiega una rete studentesca siciliana – che il cambiamento climatico è una realtà e sta già provocando impatti e fenomeni di frequenza e intensità mai visti nella storia”.

“Serve un cambio di rotta immediato che finanzi istruzione e ricerca per un altro modello di sviluppo sostenibile, per questo in più di 150 piazze del Paese siamo in corteo con Fridays for Future Italia per il terzo global strike al grido Change the School to Change the System”, esordisce Giulia Biazzo, coordinatrice nazionale dell’Unione degli Studenti. Per Camilla Guarino di Link Coordinamento Universitario “la conoscenza è fondamentale per cambiare il nostro modello economico e sociale insostenibile. Le università, attraverso la ricerca e il sapere scientifico, devono avere un ruolo centrale nell’indicare alla politica quali strade percorrere”.

 

 

  1. Radio Antenna1