Si chiama S’Istrada Longa è una lunga strada rocciosa, che attraversa a mezza costa una parete a strapiombo di circa 250 metri nell’entroterra sardo. Nasce dalla roccia di qualche decina di centimetri troncando così la verticalità della montagna, andando a formare un sentiero naturale sul quale alcuni temerari si avventurano.

Questo percorso di trekking da paura si trova nel Supramonte di Baunei, in provincia di Nuoro.

La cengia dona agli occhi un panorama strabiliante. Distante si riesce a vedere persino il mare della spettacolare Cala Sisine, una della spiagge più belle del Golfo di Orosei, dove sfocia anche un piccolo torrente che prende vita nell’altopiano del Golgo, proprio nel Supramonte di Baunei.

 

Per raggiungere la S’Istrada Longa si parte da Margine, nei pressi di Su Loriscadorgiu. Bisogna poi attraversare un canyon lungo il fiume e finalmente si è giunti a destinazione. S’Istrada Longa attraversa tutta la parete e consente di raggiungere il canyon successivo, Bacu Su Marinau.

La vista più bella di tutte è quella del Supramonte di Baunei. Qui la natura, raccontato da chi ha avuto il coraggio di attraversare il percorso, si è superata, il canyon è mozzafiatante e i lecci secolari in bilico su terrazze naturali danno origine ai giardini pensili de S’Orruargiu.

È sicuramente un trekking che può essere fatto solo se si è accompagnati da guide ambientali escursionistiche e soprattutto se non si soffre di vertigini.

 

 

  1. Radio Antenna1