In passato, per bloccare la fecondazione dopo un rapporto presunto a rischio, si usavano grandi dosaggi di ormoni, talvolta anche alti dosaggi di estrogeni.

Successivamente, dagli anni ’70-’80 in poi, si iniziò a seguire il metodo Yuzpe che aveva però diversi effetti collaterali: nausea, vomito, mal di seno, mal di pancia.

Oggi, con la “pillola del giorno dopo”, i fenomeni collaterali sono sostanzialmente nulli, al massimo si sposta in avanti o indietro di qualche giorno la venuta del ciclo del mese successivo.

La “pillola del giorno dopo” dev’essere usare una tantum e, in ogni caso, prima possibile, dopo un rapporto presunto a rischio: se per esempio si rompe un preservativo o la donna ha dimenticato di assumere la pillola contraccettiva classica o ha subito violenza sessuale.

Con la liberalizzazione di questa pillola, si è ridotto decisamente il numero degli aborti volontari.
Per ricevere una giusta informazione sulla contraccezione di emergenza, sono di grande utilità i portali Smic, Mettiche e VediamociChiara.

GUARDA ANCHE

Monogamia e Poliamori

 Nella consueta rubrica Vediamoci Chiara siamo oggi in compagnia della dott.ssa Pezzella Sessuologa e Psicologa del portale Vediamoci Chiara, il tema di oggi tratta la differenza tra Monogamia e il Poliamore, la prima che è la relazione sentimentale ed erotica che si...

Vengo prima io

 Nella rubrica di oggi vediamoci chiara ospita la prof. Roberta Rossi che presenta una iniziativa dedicata alle donne “Vengo prima io” un progetto dal titolo  allusivo che tratta il tema della sessualità in generale  e del piacere  femminile in particolare. Il...

Journal Men’s Life

 Antenna 1 presenta una nuova puntata della rubrica di VediamociChiara con tante inziative in calendario. Continua a dare grandi risultati Men's Life, il nuovo blog dedicato all'universo maschile. E tra le novità, presto in rete, un nuovo progetto dedicato agli...

  1. Radio Antenna1