La sindrome del nido vuoto è quella sensazione di un periodo che si chiude e che apre le porte a qualcosa di sconosciuto.
Può succedere ad esempio ad una mamma quando i figli diventano indipendenti e vanno via di casa.

Anche se, rispetto al passato, oggi sono molte di più le donne che lavorano e non sono più sempre in casa ad accudire i figli, bisogna dire che il vissuto genitore/figlio adesso è più intenso e più condiviso.

Oggi si fanno infatti molte più attività con i figli: viaggi, gite, esperienze di vita.

Pertanto, è naturale avvertire un senso di vuoto quando i figli si trasferiscono per motivi di studio, di lavoro, o semplicemente per una propria indipendenza.

Tuttavia, occorre abituarsi all’idea e continuare a mantenere con i figli l’armonia ed il bel rapporto instaurato all’interno del “nido”.

GUARDA ANCHE

Tecniche di PMA

Aumenta in Italia il ricorso alla procreazione medicalmente assistita (PMA). Lo sviluppo dUn trend in costante aumento reso possibile, negli ultimi anni, dal superamento  di alcuni ostacoli legislativi nel nostro Paese,  ma anche al progresso della ricerca scientifica...

Contraccezione oggi in Italia. Il sondaggio di VediamociChiara

Il Portale VediamociChiara  ha, recentemente, condotto un sondaggio sulla contraccezione, intervistando  più di 1800 utenti, in età compresa tra 20 e 40 anni. Si è notato che cresce il numero delle ginecoleghe rispetto ai ginecologi. Dallo studio è, poi, emerso che la...

Un nuovo anno con Vediamocichiara

  Un nuovo anno con Vediamocichiara, il portale dedicato alle donne che vogliono sapere qualcosa in più sulla salute propria e di tutta la famiglia. Tante le iniziative, come ci spiega Maria Luisa Barbarulo. Ascolto delle donne in rete, contro la violenza. Una...

  1. Radio Antenna1