Boom di ascolti nella prima serata del bigshow Rai che totalizza il 52%, per una decina di milioni di italiani che si sono sintonizzati su Rai1 per vedere la settantesima edizione del Festival (gli stessi numeri di Bonolis quando aveva condotto). Il festival della musica italiana si apre con un Fiorello che con destrezza e scaltrezza si mette a fianco di Amadeus fungendo da parafulmini e sia da spalla che come conduttore al servizio del direttore artistico del Festival, che, va ricordato, è arrivato al Festival coperto da una valanga di critiche per via della conferenza stampa in cui aveva provato ad improvvisare delle risposte ragionevoli ai motivi dietro le scelte delle vallette, che seppur potessero avere dei fini non deplorevoli di certo il politically correct di oggi e la dura legge social non lo hanno potuti perdonare, e l’effetto per il buon Amadeus erano stati come una allegra camminata a piedi nudi (stile Achille Lauro) sui tizzoni ardenti. In parte quindi ha anche contribuito ad attirare l’attenzione del pubblico quantomeno parlandone, ma nonostante ciò Amadeus si è comportato più che egregiamente come conduttore navigato quale è.



 

Per il resto il festival è andato abbastanza spedito nonostante le sue quattro ore di onda fra nuove proposte interessanti, canzoni indie orecchiabili e vecchie glorie tirate fuori dal sarcofago e che a qualcuno avranno strappato un mezzo sorriso e una mezza lacrima, ricordandogli l’insostenibile avanzare degli anni. Gli ospiti sono stati tutti di primo livello, su tutti Tiziano Ferro, anche se i monologhi e le gag organizzate ed architettate da e con le vallette sono state al limite del forzato scatenando più perplessità e noia che altro, ma visto le premesse e le polemiche pre Festival erano preventivabili.
Il vero colpo di coda del Festival però è arrivato quando Achille Lauro, forte della polemica che già si era creata l’anno precedente con la sua Rolls Royce, decide di entrare in scena scalzo e vestito in posa stile Voldemort (cattivo di Harry Potter), per poi effettuare una mutazione in Britney Spears stile Super Bowl.
Nota a margine, il primo e unico a cadere sulle scale finora in questa edizione è stato Albano che un attimo prima aveva dato la mano alla sua Romina proprio per aiutarla a non inciampare.