Non importa quanti anni siano passati dalla morte del Re del Rock’n’Roll, noi continueremo a parlare della sua musica, del suo aspetto e della sua enorme influenza sulla musica e la cultura di tutto il mondo. Facciamo un giro tra i racconti di alcuni fatti personali della vita del re, le sue abitudini quotidiane e una certa nicchia inaspettata su cui la sua vita ha lasciato un segno.

 

Un debole per alimenti grassi e oleosi 

Non è un segreto che il nostro amato Re aveva un debole per alimenti grassi e oleosi (ma diciamocelo, chi non ce l’ha?!). Il piatto preferito del intrattenitore ha origine dalla sua educazione nel profondo sud degli Stati Uniti ed è piuttosto semplice: un sandwich al burro di arachidi e banana. Naturalmente, lui portò questa ricetta al livello successivo, mettendo gli ingredienti tra due fette di pane bianco e aggiungendo un intero panetto di burro fuso. Aveva anche l’abitudine di aggiungere un po’ di pancetta nel panino, quando ne aveva voglia.

 

 

Forse il più famoso desiderio di cibo che Il Re abbia mai avuto fu una notte nel 1976, quando volò a Denver da Graceland solo per un panino. Sì, avete capito bene. Secondo quanto riferito Elvis iniziò ad aver voglia di un panino che una volta aveva mangiato a Denver chiamato “Fool’s Gold Loaf” e poco dopo lui e il suo entourage saltarono sul suo jet privato e volarono per tutto il tragitto. Il panino, che aveva 8.000 calorie (no, non c’è uno zero in più), costava al tempo $ 49,95 ($ 189 oggi), ma questo piccolo viaggio per il cibo costò ad Elvis $ 16.000. Questo è ciò che noi chiamiamo devozione al cibo spazzatura.

 




 

 

Negli anni della sua gioventù, il metabolismo di Elvis gli stava facendo un favore e lui stava riuscendo a mantenersi in forma, in particolare con il suo programma fitto di appuntamenti e uno stile di vita dinamico. Ma subito dopo aver varcato la soglia dei 30, la sua vita ha cominciato a mostrare i segni delle sue cattive abitudini alimentari e il suo peso era salito a 113 chilogrammi negli anni ’70.

Elvis aveva un fratello gemello

L’8 gennaio 1935, la madre di Elvis diede alla luce due gemelli. Purtroppo uno di loro era nato morto. I genitori di Elvis chiamarono suo fratello morto Jesse Garon Presley e diedero ad Elvis il secondo nome Aron, in modo che avrebbero sempre ricordato l’altro loro figlio. Anche se anni dopo Elvis cambiò il suo secondo nome di Aaron, portava sempre con sé il ricordo di suo fratello, che lo trasformò in una persona molto spirituale. Secondo alcune storie sulla sua infanzia, Elvis era solito parlare con suo fratello gemello nella sua stanza durante la notte.

È sopravvissuto a un tornado 

Nel 1936 il piccolo Elvis Presley aveva solo 15 mesi di età, quando sopravvisse a un tornado a Tupelo, Mississippi. Il tornado allora uccise 216 persone.

Non si è mai esibito fuori del Nord America

Anche se Elvis ha venduto milioni di dischi in tutto il mondo e si è esibito in centinaia di concerti negli Stati Uniti e alcuni in Canada, non ha eseguito una sola esibizione al di fuori del Nord America. La ragione di questo era il suo manager, il colonnello Tom Parker, nato Andreas Cornelis van Kuijk nei Paesi Bassi. Secondo quanto riferito aveva il controllo sull’agenda di Elvis e il motivo per cui non avesse mai pianificato date di tour internazionali era perché risiedeva negli USA illegalmente e aveva paura di lasciare il paese, perché non avrebbe potuto tornare indietro.

Il Mondo dei Fumetti

È un fatto comunemente noto che in larga misura il Re traeva ispirazione per il suo aspetto iconico dal personaggio dei fumetti Capitan Marvel Jr., ma poco si sa circa il fatto che Elvis Presley ha avuto ed ha ancora un’influenza su questo genere. Nel corso degli anni vari scrittori di fumetti hanno pagato i loro rispetti a Elvis Presley citandolo nei fumetti, come “Teen Titans”, o traendo ispirazione da lui per i personaggi, come Ghost Rider della Marvel.

FONTE: catawiki.it

 

GUARDA ANCHE

Cristiano Ronaldo in Italia nella Juventus

Nel successivo giorno  dell'annuncio ufficiale molti i tifosi della Juventus sono increduli: Cristiano Ronaldo alla Juventus non è più una suggestione ma realtà incredibile, il giocatore portoghese sarà presentato la settimana prossima dalla società torinese . Il...

Web Radio: Antenna1 tra le 10 radio più ascoltate in Italia

L’articolo di www.radiospeaker.it  oggi riporta quanto segue: “nell’ultima settimana abbiamo tenuto d’occhio la top 10 fornita da Radiostat.it, che riporta le dieci web radio italiane più ascoltate minuto per minuto, con annesso il numero degli ascoltatori. Statistica...