Phil Collins completa 71 anni: Scopri l'omaggio speciale di Antenna 1

31 gennaio 2022 - 04:25 - 908 visualizzazioni

Ricorda la traiettoria del pop rock astro

Philip David Charles Collins, il multiartista londinese nato il 30 gennaio 1951, è sicuramente una perla rara nel mondo della musica. Oltre a essere un cantante, è un eccellente batterista, cantautore, produttore musicale, suona più strumenti e ha ancora una carriera come attore. È chiaro il motivo per cui noi di Antena 1 abbiamo deciso di rendere questo omaggio al musicista, Collins è sicuramente uno degli artisti più apprezzati degli ultimi tempi.

Phill1.jpg (3 KB)

Guardare:

 

Il risveglio nel mondo della musica è arrivato presto per l'artista, all'età di cinque anni aveva vinto una batteria giocattolo e man mano che cresceva questa passione si è solo diffusa. Col passare del tempo, il giovane si è avventurato in più strumenti, come il pianoforte, e ha conosciuto altre aree della musica. A 14 anni lasciò la scuola e si gettò a capofitto in quel mondo che tanto lo eccitava.

A quel tempo, ha fatto un po' di tutto, recitando come comparsa nel film dei Beatles, A Hard Day's Night, e in molti altri lungometraggi e programmi televisivi inglesi. Negli anni in cui ha lavorato, l'artista non ha lasciato la musica da parte, anzi, l'arte è sbocciata nel giovane. Quindi non ci volle molto perché Phil iniziasse a interpretare il ruolo di batterista e cantante nelle band in cui si unì, suonando anche per George Harrison in una session negli anni '70.

Phill2.jpg (21 KB)

Collins stava testando, scoprendo chi era nel mondo della musica, quindi il suo riconoscimento e il suo successo non si sono fatti attendere. Entrando come batterista nel gruppo rock Genesis, l'artista ha conquistato una legione di ammiratori e perfezionato le sue abilità con le percussioni. Quando il cantante Peter Gabriel lasciò la band nel 1975, Phill accettò presto la sfida, guidando il gruppo nel periodo di maggior successo commerciale, che sarebbe durato fino agli anni '80.

Phill3.png (192 KB)

Poco dopo il successo dei Genesis, la carriera da solista del musicista iniziò a decollare. Nel 1981 Collins pubblicò il suo primo album da solista, "Face Value". Con il libretto scritto a mano dall'artista stesso, il fulcro del lavoro era principalmente il suo divorzio.

Phill4.png (60 KB)

"Avevo una moglie, due figli, due cani e il giorno dopo non avevo niente. Quindi molte di queste canzoni sono state scritte perché stavo attraversando questi cambiamenti emotivi", ha confessato Collins.

 

Il brano che debutta l'album, "In the Air Tonight" è stato un successo assoluto, dai un'occhiata:

 

Anche il secondo album del batterista è stato degno di applausi. L'album pubblicato nel 1982, "Hello, I Must Be Going!", conteneva successi come "I Don't Care Anymore", "Do You Know, Do You Care" e la cover di "You Can't Hurry Love", da I Supremi.

La copertina è stata accolta molto bene dai fan, diventando il primo singolo di Collins in cima alle classifiche del Regno Unito.

Guardare:

I 3 migliori di Phil Collins

Phill Collins è un cantante che accontenta diverse generazioni, quindi oltre alle canzoni già citate, Antena 1 ha deciso di fare un piccolo assaggio dei suoi altri gloriosi successi.

 

Another Day In Paradise

Phill5.jpg (43 KB)

Pubblicato nell'album "... But Seriously", il brano ha avuto diverse nomination ai Grammy, nelle categorie "Miglior video", "Record dell'anno", "Canzone dell'anno" e "Miglior performance vocale pop maschile".

Against All Odds

Phill6.jpg (22 KB)

La canzone registrata appositamente per il film ha lo stesso nome della canzone ed è stata realizzata nel 1984. Questo singolo ha raggiunto il numero due nel Regno Unito e ha raggiunto il numero uno della Billboard Hot 100 negli Stati Uniti. Oltre a questo, la canzone è stata anche premiata con il Grammy per la migliore interpretazione pop maschile e ha avuto una nomination all'Oscar.

You’ll Be In My Heart

Ultimo ma non meno importante, "You'll Be In My Heart", il brano che faceva parte della colonna sonora del film Disney "Tarzan".

Commenti(0)

Log in to comment