Alta tensione nel governo sul nuovo fondo salva-Stati. Il Pd chiede di mantenere la credibilità, mentre il M5s invita a mettersi al tavolo e decidere come cambiarlo. Il leader della lega Matteo Salvini tuona: “Il Mes ruba ai risparmiatori italiani per finanziare le banche tedesche” e poi invita il premier a dimettersi. Quest’ultimo intanto, alla vigilia delle comunicazioni del premier alle Camere, ha convocato un vertice per stasera a Palazzo Chigi.

“Ogni volta, a ogni passaggio un po’ delicato, si ragiona sempre del rischio del governo. Questo governo andrà avanti”, ha detto Giuseppe Conte. Il presidente del Consiglio ha poi spiegato che la tenuta dell’esecutivo non è a rischio “perché il Paese ha tante urgenze, tanti problemi da risolvere”. “Lunedì spazzerò via le chiacchiere”, ha concluso.

Proprio sull’informativa in programma per il 2 dicembre, Conte ha aggiunto: “Dovete avere un po’ di pazienza, lunedì passerò in Parlamento e metteremo tutti i tasselli al loro posto e inizieremo a spazzare via tutte le fesserie che sono state dette, ne ho ascoltate tante. Sono molto paziente ma il momento in cui dovremo spazzare via le chiacchiere che sono state fatte, sarà lunedì”.



 

Il premier ha quindi specificato: “ci confronteremo serenamente con il Parlamento come è giusto che sia, nel rispetto delle Istituzioni sovrane e dei cittadini. Ricordatevi sempre che se la politica anziché con la ‘P’ maiuscola si comporta con la ‘P’ minuscola, poi cala la fiducia nella classe dirigente, nella classe politica”.

“Questo – ha concluso Conte – non riguarda solo la maggioranza ma anche le opposizioni. Alle opposizioni chiedo sempre di essere serie, dure anche aspre con il governo e con le forze di maggioranza, ma sempre di essere credibili. Quando ci sono menzogne queste fanno male a loro stesse e a tutta la politica, alla democrazia”.

Tags: Mes, politica, Conte, fondo salva-Stati, economia, Pd, Salvini, Lega, governo, M5S, Di Maio