fbpx

 

Sebbene la standing desk, ovvero la scrivania per lavorare in piedi, sia sempre più in voga, si tratta di un’usanza non proprio regolare e sana.
Ormai sono sempre di più le tecniche per lavorare in modo smart ed efficiente al tempo stesso. È il caso della standing desk, una scrivania che permette di svolgere il proprio lavoro in piedi. Quindi è meglio trascorrere le ore di lavoro in piedi o svolgere una vita sedentaria in ufficio?
A quanto risulta da una ricerca australiana pubblicata sulla rivista Ergonomics, lavorare in piedi comporta un notevole aumento dei dolori in particolare modo nella zona lombare, quindi su tutta la schiena.

In sintesi secondo questa ricerca scientifica lavorare in piedi non è proprio la soluzione ideale in opposizione al lavoro sedentario. Lo studio è però ai suoi inizi: il campione di lavoratori preso in esame è stato infatti basso. Inoltre sarebbe ideale confrontare i dati con un altro gruppo di persone che lavorano normalmente seduti, per evidenziare meglio le differenze.



 

Anche sull’American Journal of Epidemiology è comparsa una simile ricerca che conferma la tesi dello studio australiano: lo studio afferma che chi lavora in piedi ha una maggiore probabilità di soffrire di patologie cardiovascolari.
Per ora non c’è una risposta precisa al quesito, indubbio però è che la migliore delle opzioni sia quella di lavorare seduti e di prendersi pause regolari per sgranchirsi le gambe.


  1. Radio Antenna1