Per anni, in magistratura, nella scelta del genitore collocatario dei figli, è prevalso il criterio della “maternal preference”, ovvero  i Giudici hanno dato preferenza al collocamento presso la madre, salvo che questa fosse palesemente sfornita di adeguate capacità genitoriali, educative e di accudimento.

Di recente il Tribunale di Milano ha invertito questa tendenza con decreto del 19 ottobre 2016, secondo cui non può applicarsi sempre il criterio della “maternal preference”.

Il criterio a cui fare riferimento è quello del superiore interesse del minore, non essendo ammissibile la prevalenza materna come guida per il giudice nella scelta del miglior genitore collocatario.

La tendenza è quella della piena bigenitorialità e parità genitoriale, potendo essere sia il padre, sia la madre, il genitore di prevalente collocamento secondo l’interesse del figlio.

Studiodonne e l’Avv. Missiaggia sono da sempre promotori del principio della piena bigenitorialità, e nelle aule di giustizia del Tribunale di Roma hanno ottenuto importanti vittorie sul tema.

GUARDA ANCHE

L’esperto risponde – Puntata 12 luglio

L'Avvocato Missiaggia, presidente di Studiodonne, ci parlerà del progetto #perteuomo, attivato dalla onlus Studiodonne: quali sono le soluzioni in caso di uomini violenti? http://studiodonne.it/perteuomo/

L’esperto risponde – Puntata 5 Luglio

Oggi l'Avvocato Missiaggia, presidente di Studiodonne, ci parlerà del progetto #perteuomo, attivato dalla onlus Studiodonne, rivolto a tutti gli uomini che, anche una sola volta nella vita, abbiano aggredito una donna fisicamente o...

  1. Radio Antenna1