A svelarlo è la classifica indetta da ItaliaOggi e Università La Sapienza di Roma (in collaborazione con Cattolica Assicurazioni), che quest’anno giunge alla sua 21esima edizione.
La classifica viene stilata tenendo in considerazione nove fattori: servizi finanziari e scolastici, sistema salute, tempo libero, tenore di vita, popolazione, affari e lavoro, ambiente, criminalità, disagio sociale e personale.
I primi 10 posti della classifica sono occupati nuovamente dalle città del Nord. Ottiene il primo gradino del podio la provincia di Trento, seguita da Pordenone e Sondrio, subito dopo in coda Verbano-Cusio-Ossola, Belluno, Aosta, Treviso, Cuneo, Udine e Bolzano.



 

Per andare a trovare e scovare la prima città del Sud.Italia bisogna risalire fino alla 69esima posizione e si tratta di Potenza.
In generale si vive meglio al Nord rispetto che al Sud, e le piccole province conquistano posizioni migliori rispetto a quelle più grandi, anche se queste ultime segnano un miglioramento. Rispetto allo scorso anno in generale si registra complessivamente un miglioramento.