La Culotte de Cheval è uno strato di adipe che si accumula tra coscia e gluteo allargando la silhouette fino a renderla sproporzionata.

E’ un problema che riguarda molte donne, anche le più magre.

Uno dei motivi principali che ne determina la comparsa, assieme all’eccessiva sedentarietà e alla ritenzione idrica, è una cattiva postura causata dall’utilizzo di scarpe con tacco alto, così come stare sedute per molto tempo alla scrivania.

Questa posizione, infatti, provoca una forte tensione muscolare nel lato esterno della coscia. In questo modo, a causa di una scarsa circolazione del sangue, i fluidi del corpo ristagnano determinando l’insorgere della cellulite proprio nella zona tra coscia e gluteo, formando la cosiddetta Culotte de Cheval.

Per combattere questo inestetismo senza ricorrere alla chirurgia estetica è necessario seguire, con costanza, un’alimentazione adeguata, bere almeno 2 litri d’acqua al giorno (per evitare la ritenzione idrica) e svolgere molto esercizio fisico (yoga e pilates per la postura, nuoto, corsa, tennis ed esercizi fitness mirati per rassodare e tonificare glutei e cosce). Oltre all’alimentazione e all’attività fisica, è bene integrare il tutto con creme anticellulite e massaggi drenanti.

Se si vuole un rimedio più veloce e se si desidera eliminare definitivamente la Culotte de Cheval, allora la migliore soluzione è un intervento di chirurgia estetica di liposcultura e lipoaspirazione, due termini sinonimi per indicare la metodica volta ad eliminare il grasso in eccesso che modifica il profilo della silhouette.

Il risultato estetico definitivo della liposcultura lo si ottiene dopo un paio di mesi dall’intervento.

I risultati sono definitivi, nel senso che i cuscinetti non si riformano più.

Questo non significa che il soggetto non tenderà più ad ingrassare, ma che l’adipe in eccesso si depositerà in zone diverse da quelle trattate con l’intervento.