fbpx

Il controverso documentario sulle presunte vittime di abusi di Michael Jackson potrebbe avere un sequel. Il regista Dan Reed ha detto che non esclude la continuazione di “Leaving Neverland” se due altre persone vengono da lui.

Diviso in due parti il ​​film mostra la testimonianza di James e Wade Robson Safechuck, che affermano di aver subito abusi da parte del cantante quando erano bambini. Tuttavia, la famiglia di Jackson nega ogni accusa.

In un’intervista con il Daily Mirror, Reed ha detto che lascia la porta aperta per un nuovo documentario, dal momento che Jordan Chandler e Gavin Arviso, che hanno presentato cause contro Michael, hanno deciso di parlare.

Chandler ricevette un compenso da 23 milioni di dollari nel 1994 da parte di Michael Jackson, mentre Arvizo portò la questione al processo – che, alla fine, liberò il Re del Pop.

“La cosa interessante è guardare la causa civile e il processo penale di Jordan Chandler. Questi sono due film che mi piacerebbe fare. Ma Gavin e Jordan dovrebbero accettare di parlare “, ha detto il regista.

“Leaving Neverland” sarà ospitato dalla HBO in Brasile il 16 marzo.

 

 

  1. Radio Antenna1