Salva ed esci

La notte di domenica scorsa, il 10, si sono svolti i 61 ° Grammy Awards, il premio principale nel mondo della musica. L’evento si è svolto allo Staples Center di Los Angeles ed è stato ospitato da Alicia Keys.

In precedenza, Keys ha invitato l’ex Lady Michelle Obama e gli artisti Lady Gaga, Jada Pinkett-Smith e Jennifer Lopez a mettere in scena la canzone. “Che si tratti di country, rap o rock, la musica ci aiuta a dividere, sia la nostra dignità o dolore, la nostra speranza o gioia. Ci consente di ascoltarci l’un l’altro e invitare gli altri a entrare. La musica ci mostra tutto ciò che conta. Ogni storia, ogni voce, ogni nota di ogni canzone “, ha detto Obama.

“This Is America” ​​di Childish Gambino ha vinto quattro premi tra cui due dei migliori premi, Best Song e Best Record, ed è diventato il primo rap a vincere queste categorie nella storia del Grammy. Il musicista, tuttavia, non ha partecipato alla cerimonia.

Lady Gaga, ha vinto il premio per la miglior performance pop di Duo o gruppo, per “Shallow”, la sua canzone con Bradley Cooper della colonna sonora del film Is Born a Star. Nel suo discorso, il cantante ha parlato dell’importanza del tema della salute mentale, affrontato nel film.

Ariana Grande, che ha combattuto con gli organizzatori e non si è esibita, alla fine ha vinto il suo primo Grammy per il miglior album vocale pop con “Sweetener”. Drake è apparso di sorpresa per ricevere il premio per la migliore musica rap.

Inoltre, la cerimonia è iniziata con una presentazione di “Havana” di Camila Cabello con giovani Thug, J Balvin e Ricky Martin e brani di “Mi Gente”.

Album of the year

Golden Hour – Kacey Musgraves

 

Recording of the year

This is America – Childish Gambino

 

Best song

This is America – Childish Gambino

 

Best New Artist (Breakthrough)

Dua Lipa

 

Best rap album

Invasion of Privacy – Cardi B

 

Best R & B album

H.E.R. – H.E.R.

 

Best rap song

God’s Plan – Drake

 

Best country album

Golden Hour – Kacey Musgraves

 

Best duo or group pop performance

Shallow – Lady Gaga & Bradley Cooper

 

Best solo pop performance

Joanne (Where Do You Think You’re Goin ‘?) – Lady Gaga

 

Best vocal pop album

Sweetener – Ariana Grande

 

Best Traditional Vocal Pop Album

My Way – Willie Nelson

 

Best Dance Record

Electricity – Jarami, Alex Metric, Riton & Silk City, producers; Josh Gudwin, mixer (recorded by Silk City & Dua Lipa Featuring Diplo & Mark Ronson)

 

Best Dance / Electronic Album

Woman Worldwide – Justice

 

Best contemporary instrumental album

Steve Gadd Band – Steve Gadd Band

 

Best rock performance

When Bad Does Good – Chris Cornell

 

Best metal performance

Electric Messiah – High On Fire

 

Best rock song

Masseduction – Jack Antonoff & Annie Clark, Composers (recorded by St. Vincent)

 

Best rock album

From The Fires – Greta Van Fleet

 

Best alternative music album

Colors – Beck

 

Best R & B Performance

Best Part – H.E.R. Feat. Daniel Caesar

 

Best R & B Music

Boo’d Up – Larrance Dopson, Joelle James, Ella Mai & Dijon McFarlane, composers (recorded by Ella Mai)

 

Best Contemporary Urban Album

Everything Is Love – The Carters

 

Best country solo performance

Butterflies – Kacey Musgraves

 

Best duo or country group performance

Tequila – Dan + Shay

 

Best country song

Space Cowboy – Luke Laird, Shane McAnally & Kacey Musgraves, composers (written by Kacey Musgraves)

 

Best build for visual media

The Greatest Showman – Hugh Jackman (& Various Artists)

 

Best soundtrack for visual media

Black Panther – Ludwig Göransson

 

Best song written for visual media

Shallow – Lady Gaga, Mark Ronson, Anthony Rossomando & Andrew Wyatt, Composers (recorded by Lady Gaga & Bradley Cooper)

 

Producer of the year, not classic

Pharrell Williams

 

Best Music Video

This Is America – Childish Gambino

 

  1. Radio Antenna1