I fibro-miomi uterini sono oggi una delle patologie più comuni per le donne; è un fenomeno in crescita che, oltre i 40 anni, può riguardare 1 donna su 3. Ce ne parla il Prof. Ivan Mazzon, presidente di Arbor Vitae, Centro di endoscopia ginecologica, specializzato nell’isteroscopia diagnostica e chirurgica.

Presso Arbor Vitae si è appena conclusa, tra l’altro, un’iniziativa, che ha avuto molto successo, in collaborazione con Vediamoci Chiara: la “visita ginecologica sospesa”.

Recentemente Arbor Vitae ha organizzato una tavola rotonda, con il patrocinio del Consiglio regionale del Lazio, sulle Linee Guida da seguire in caso di fibro-miomi.

Per i fibro miomi uterini non è possibile parlare di prevenzione in senso stretto ma piuttosto di diagnosi precoce ricorrendo ad un’attenta valutazione ginecologica, ecografica ed isteroscopica quando il mioma diventa sintomatico, ovvero si verificano emorragie o difficoltà nelle gravidanze. In caso si debba ricorrere alla chirurgia isteroscopica, esistono tecniche innovative come la miomectomia ad ansa fredda; questa nuova tecnica permette di rimuovere i miomi sottomucosi (quelli che si affacciano all’interno della cavità uterina) senza impiego di energia elettrica, senza rischio di perforazione con ansa termica e senza fenomeni di fibrosi cicatriziale.

GUARDA ANCHE

“Worry About Me” Goulding

“Worry About Me” Goulding

  Nuovissimo singolo anche per Ellie Goulding, dal titolo “Worry About Me” connubio perfetto tra pop e R&B e la voce di Ellie come sempre inconfondibile. Una canzone molto importante questa per la cantautrice britannica che quest’anno festeggia dieci anni di...