Con i musei chiusi e gli eventi rimandati e annullati nel corso delle prossime settimane per effetto dei DPCM 08/03/2020 e 09/03/2020, che hanno disposto la chiusura dei luoghi di aggregazione sociale e la sospensione di tutti gli eventi e manifestazioni fino al 3 Aprile, ci sta molto caos e confusione riguardo i diritti dei consumatori. Cerchiamo di fare un pò di chiarezza.

QUAL È LA DIFFERENZA TRA EVENTO CANCELLATO E RINVIATO?

In caso di annullamento o chiusura (o evento sportivo a porte chiuse), gli acquirenti che hanno effettuato l’acquisto potranno chiedere il rimborso tramite le modalità indicate e previste da ogni agenzia di tramite per gli acquisti dei ticket o attraverso la società diretta che si occupa dell’evento.

In caso di evento rimandato, i biglietti rimangono validi per la nuova data annunciata. Nel caso in cui si decidesse di non partecipare al nuovo evento, si potrà richiedere il rimborso del biglietto, se l’organizzatore lo ha previsto. Attenti alla mail perché in questi giorni arriveranno molte mail da parte delle agenzie di competenza per avvisare di possibili rimborsi , cancellazioni o posticipi.



 

COSA VIENE RIMBORSATO?

Effettuando richiesta di rimborso, verrà rimborsato il prezzo facciale del biglietto, incluso il diritto di prevendita. Non verranno molto probabilmente rimborsate eventuali spese di spedizione (se i biglietti sono stati spediti) e le commissioni di servizio.

COME POSSO CHIEDERE IL RIMBORSO SE HO ACQUISTATO IL BIGLIETTO ONLINE?

Consulta attentamente la sezione e segui le indicazioni con precisione. Ogni richiesta pervenuta tramite modalità diverse da quelle indicate NON saranno evase. E’ consigliabile non chiamare il call center poiché le attese potrebbero essere infinite e costarvi un patrimonio.

Se non hai ancora ricevuto aggiornamenti tramite e-mail, o se l’evento per cui hai acquistato un biglietto non è ancora elencato alla sezione annulli e posticipi dovrai pazientare: non appena verrà comunicato l’annullamento o rinvio ufficiale, verrete tutti contattati tramite e-mail e l’aggiornamento sarà disponibile sulle pagine di competenza