Oggi la situazione giuridica è particolarmente in evoluzione in merito alla determinazione dell’assegno divorzile.

Tra le proposte di legge c’è quella sull’abbattimento del tenore di vita come parametro per determinare l’assegno.

Per valutare l’assegno divorzile occorre considerare tutti i parametri, ad eccezione del tenore di vita tenuto in costanza di matrimonio perchè viene a mancare il requisito della solidarietà ricorrente nella separazione.

I casi vanno valutati singolarmente rivolgendosi ad un professionista della materia.

In giurisprudenza si parla anche di “assegni a tempo”, come già avviene in altri Paesi Europei.

L’assegno a tempo è un assegno quantificato per un periodo di tempo determinato ed è relativo al momento di difficoltà che vive il soggetto.

 

GUARDA ANCHE

L’esperto risponde – Puntata 12 luglio

L'Avvocato Missiaggia, presidente di Studiodonne, ci parlerà del progetto #perteuomo, attivato dalla onlus Studiodonne: quali sono le soluzioni in caso di uomini violenti?...

L’esperto risponde – Puntata 5 Luglio

Oggi l'Avvocato Missiaggia, presidente di Studiodonne, ci parlerà del progetto #perteuomo, attivato dalla onlus Studiodonne, rivolto a tutti gli uomini che, anche una sola volta nella vita, abbiano aggredito una donna fisicamente o...