Causa Coronavirus questa settimana e nelle prossime probabilmente saranno posticipati numerosi titoli cinematografici tra cui Verdone e ‘Volevo nascondermi’ con Elio Germano. Sarebbero bloccate anche le riprese di ‘Mission: Impossible 7’ a Venezia, secondo indiscrezioni ovviamente per ragioni di salute pubblica e di rischio contagio. Non poteva mancare all’appello infatti nella lunga lista degli eventi che coinvolgono l’aggregazione di massa delle persone la proiezione dei film al cinema.

Come da ordinanze regionali, i cinema del Nord Italia infatti rimarranno chiusi per l’emergenza Coronavirus. I dati del box office settimanale parlano di un calo degli incassi che sfiora il – 30% rispetto a un anno fa: in particolar modo in Lombardia, – 40%.
Ad anticipare lo slittamento ad esempio del film Si vive una volta sola, lo stesso regista a Domenica In ha dichiarato: “Non si sa quando uscirà”.



 

La conferma con conseguente annullamento anche dell’anteprima dell’altra sera al cinema Adriano di Roma da parte di Filmauro e Vision Distribution: “Alla luce dei recentissimi sviluppi legati alla situazione sanitaria in Italia e alle misure di sicurezza adottate dalle istituzioni, i produttori e i distributori del film hanno infatti ritenuto opportuno posticipare l’uscita al cinema in segno di solidarietà nei confronti del pubblico che in alcune regioni d’Italia non potrebbe comunque vedere il film a causa di un evento così inatteso e imprevedibile”.

Come da programma è stato proiettato invece, in maniera del tutto inaspettato rispetto al trend di questi giorni, per la prima volta al cinema Il Commissario Montalbano con il nuovo episodio Salvo amato, Livia mia. Il produttore della fiction targata Rai, Carlo Degli Esposti, ha inoltre annunciato che l’incasso delle sale andrà al 50% all’ospedale Spallanzani di Roma e il resto alla onlus Ape, l’associazione pazienti ematologici dell’ospedale Sant’Andrea.