Due persone a bordo della Diamond Princess, attraccata a Yokohama, sono decedute. Si tratta di una coppia di 80enni. Le persone contagiate a bordo della nave da crociera sono quindi oltre 600. Un secondo aereo dell’Aeronautica Militare è partito ieri sera dall’Italia per riportare in patria, oltre a una trentina di italiani, anche 27 cittadini di altri Paesi dell’Unione europea. Il loro rientro dovrebbe avvenire entro domani. A bordo della Diamond Princess resteranno invece i cinque italiani membri dell’equipaggio, tra cui il comandante Gennaro Arma.

Il ministro della salute, Roberto Speranza, questa mattina a margine di un incontro a Roma ha dichiarato: “Queste ore per noi sono molto complicate. Siamo in collegamento costante con i nostri medici e il nostro personale sanitario in Giappone per monitorare la situazione dei nostri connazionali e cercare di farli rientrare”.
La Corea del Sud ha annunciato oggi il primo morto da coronavirus, nel giorno in cui i contagi accertati hanno superato quota 100. La vittima è un uomo di 63 anni deceduto ieri mattina in un ospedale della città di Cheongdo, dove sono state finora accertate 13 nuove infezioni. L’uomo sembrava fosse deceduto a causa della polmonite ma dalle verifiche successive è invece risultato positivo al Covid-19. Le autorità sanitarie stanno attualmente cercando di determinare le cause esatte del decesso. Come provvedimento immediato, tutti gli altri pazienti del reparto e il personale medico e paramedico sono stati sottoposti ai test.



 

Sale intanto a 29 il numero di stranieri contagiati dal coronavirus in Cina, due dei quali sono morti. 18 sono invece guariti e sono stati dimessi dalle strutture ospedaliere dove erano ricoverati, mentre nove sono ancora in quarantena. Per la prima volta il numero dei guariti ha superato quello delle vittime. I morti in Cina, dall’inizio dell’epidemia sono 2.128 morti. Oltre 75mila i contagi a livello globale.

Tags: coronavirus, Hubei, Cina, Speranza, Corea del Sud, Diamond Princess, vittime, contagi