fbpx


 

Tra le novità che negli ultimi anni sono approdate nel mondo della Medicina, un posto di primo piano spetta ai NAO (nuovi anticoagulanti orali: Rivaroxaban, Dabigatran, Apixaban, Edoxaban). Questa nuova classe di farmaci – in commercio in Italia dal 2012 – rappresenta una pietra miliare nella terapia cardiovascolare; essi hanno infatti sostituito i vecchi anticoagulanti dicumarolici (Coumadin e Sintrom), comportando notevoli benefici per il paziente.

Il primo importante vantaggio è rappresentato dall’eliminazione del dosaggio mensile dell’INR, obbligatorio altresì in corso di terapia con i vecchi anticoagulanti; inoltre, i NAO hanno una posologia costante nel tempo, contrariamente alla vecchia classe di farmaci che presupponeva un aggiustamento del dosaggio in rapporto all’INR. Tutto questo ha nettamente migliorato la compliance dei pazienti.

Dal punto di vista dell’evidenza scientifica, l’introduzione della terapia con i NAO ha ridotto in maniera significativa i casi di emorragia cerebrale rispetto a quella con anticoagulanti di vecchia generazione, dimostrando al contempo un’efficacia terapeutica del tutto analoga.

La patologia nella quale trovano impiego i NAO è in primo luogo la fibrillazione atriale cronica, ma anche la trombosi venosa profonda e la tromboembolia polmonare. Dal punto di vista pratico, possiamo concludere dicendo che, per poter usufruire della terapia con i NAO, è necessario che i centro autorizzati – e Nuova Villa Claudia è tra questi – rilascino un piano terapeutico ai pazienti aventi diritto in relazione alla loro patologia.

Potrebbe interessarti anche

  1. Radio Antenna1