Tra le richieste più frequenti al chirurgo estetico c’è quella di migliorare l’armonia del volto attraverso l’aumento degli zigomi.

Gli zigomi rappresentano un elemento importante per esaltare la bellezza di tutto il viso, e il difetto che maggiormente presentano è quello di essere poco marcati o delineati (ipotrofia degli zigomi).

Per questo motivo, sempre più pazienti si rivolgono al chirurgo estetico per richiedere un intervento di malaroplastica.

L’aumento degli zigomi si può ottenere attraverso varie tecniche, sia di chirurgia estetica del viso che di medicina estetica, ovvero più o meno invasive.

Se si ricorre alla chirurgia, il rifacimento può avvenire o mediante l’uso di protesi o con il lipofilling, cioè prelevando dal paziente stesso del tessuto adiposo da iniettare per modellare lo zigomo.

Nel primo caso, il risultato è decisamente più duraturo poiché le protesi non cambiano nel tempo; con il lipofilling, invece, esiste un riassorbimento che potrebbe essere più o meno elevato e quindi il loro volume nel tempo può scemare.

Per entrambi i metodi bisogna effettuare un trattamento antibiotico peri-operatorio.

Un’altra tecnica per aumentare gli zigomi è mediante l’iniezione di fillers a base di acido ialuronico.

In tal caso l’aumento è temporaneo ma sicuro e, soprattutto, reversibile.

Il trattamento viene eseguito in ambulatorio, in varie sedute, senza ricovero. Con le infiltrazioni di acido ialuronico l’effetto dura circa un anno ed è necessario un trattamento all’anno per mantenere stabile il risultato.