fbpx

La notizia arriva direttamente dagli studiosi della McGill University di Montréal (Canada), che dopo attente analisi al microscopio hanno evidenziato dall’indagine che le consuete bustine di tè composte da nylon rilasciano 11,6 miliardi di microparticelle di plastica all’interno delle nostre tazze colorate.
I ricercatori canadesi hanno preso in considerazione quattro tipologie di bustine contenitrici presenti sul mercato, dopodiché hanno estratto il tè e le hanno pulite da ogni residuo organico, per poi immergerle in acqua bollente a 95°C. La conseguenza rilevata dai ricercatori risulta sconcertante e hanno verificato la presenza di residui corrispondenti in media a 11,6 miliardi di microparticelle di plastica.
Le conseguenze ovviamente dipendono dal nostro organismo e soprattutto dalla quantità e dalla frequenza con la quale utilizziamo bustine con filtri di nylon a sfavore di quelle più ecologiche di carta.

 

 

  1. Radio Antenna1