Il 14 ottobre del 1894 quando veniva depositata presso l’Ufficio Brevetti la ricetta di uno dei dolci forse più buoni in assoluto e maggiormente rappresentativi non solo del Natale ma dell’Italia intera, il pandoro. A inventarlo per l’appunto fù proprio Domenico Melegatti e morfologia datagli sotto forma di stella a otto punte è opera dell’ impressionista Angelo Dall’Oca Bianca.

Il pandoro è quindi l’evoluzione ottocentesca di quello era il tipico dolce originario natalizio di Verona, il Nadalin. Le origini del pandoro, secondo gli esperti in materia, sono da cercare in Austria, patria del “Pane di Vienna”, ispirato alla brioche francese.