E’ morto a 72 anni. Se ne va un pezzo della musica italiana.
A darne notizia l’amico Bobo Craxi, nella tarda serata di ieri su Twitter
Il musicista era ricoverato da una settimana, isolato in un letto a causa della positività al Covid.

 

I commenti

Dopo Bobo Craxi, è di Dodi Battaglia la conferma, che con un lungo post social ricorda l’artista:
“Stefano D’Orazio era il fratello che io, figlio unico, non avevo. Quando perdi una persona così cara, soffri da morire, ma non ti rendi conto subito di quello che è successo”, le parole del chitarrista.
“E’ una tragedia. Le lacrime di questo momento sono solo una minima parte di quelle che verseremo quando andremo nell’ufficio in cui c’era lui, quando vedremo una Jaguar bianca come quella che aveva lui o quando vedremo un altro batterista volteggiare con le bacchette come faceva lui”.
“Una persona per bene, sempre sorridente, piena di energia positiva. Una preghiera per lui ed un abbraccio ai suoi fratelli di sempre” scrive Enrico Ruggieri.

 

L’assolo dell’eterno ragazzo