La Diagnosi Genetica Preimpianto permette di identificare la presenza di malattie genetiche su embrioni ottenuti durante un ciclo di PMA, prima del loro trasferimento in utero ed è come un’amniocentesi precocissima.
La diagnosi viene eseguita sull’embrione alla 5°/6° giornata di sviluppo e consiste in un prelievo di cellule che verranno sottoposte al analisi molecolare.
L’obiettivo del centro di Procreazione Assistita di Nuova Villa Claudia non è solo quello di ottenere una gravidanza ma la nascita di un bambino sano.
Due sono le tecniche impiegate: la PGD identifica nell’embrione malattie genetiche di cui la coppia è portatrice, la PGD identifica il corredo cromosomico dell’embrione ed è indicata nei casi di età materna avanzata, poliabortività o falliti tentativi di impianto.

GUARDA ANCHE

 

11° Puntata”Test di gravidanza”

  La tappa conclusiva del percorso di Procreazione Assistita è il test di gravidanza, effettuato tramite esame delle beta hcg circa 15 giorni dopo la tecnica della PMA. In questi 15 giorni la paziente continuerà la terapia farmacologica prescritta dallo specialista e...

10° Puntata “Fecondazione eterologa”

In Italia oggi è possibile ricorrere alla fecondazione eterologa, con ovociti o spermatozoi offerti spontaneamente da una donatrice o un donatore esterno alla coppia, quando uno dei due partner è sterile. Nel centro di Procreazione Medicalmente Assistita di Nuova...

  1. Radio Antenna1