Secondo il magazine Business Week i ristoranti dedicati alla cucina giapponesenel mondo sono ben oltre 24.000. Andiamo a scoprirne 5 curiosità!

Come è nato il sushi?
Secondo il professor Ole Mouritsen, l’idea di unire pesce e riso, cotto e acidulato in aceto di riso, com’era successo in passato anche per la birra e il latte, era nata per necessità di poter conservare più a lungo il pesce.

Quando lo abbiamo scoperto?
Pare che la scoperta si aggiri introno al 1953, durante un pranzo offerto dal principe nipponico Akihito ad alcuni ufficiali statunitensi.

Wasabi, radice o altro?
La versione che noi conosciamo è in realtà come per la maggior parte delle cose una molto soft e stemperata. Il vero wasabi infatti si ottiene dalle radici della rara Wasabia japonica.



 

Sushi, sashimi o maki?
Il sashimi è solo pesce crudo. I nigiri invece sono le polpettine di riso e pesce, il maki invece consiste nel piatto più apprezzato in Italia solitamente, ed è il mix di riso e pesce arrotolato.

Bacchette o forchetta?
Tradizione vuole che il cibo giapponese si magni e si gusti solo con l’ausilio delle mani, e in un solo boccone. Per poi intingerlo nella salsa di soia, ma dalla parte del pesce, nel caso del nigiri soprattutto, non dalla parte del riso.