Il lato “B”  è uno dei ritocchi estetici più desiderati dalle donne.

C’è chi si lamenta di averlo piatto, svuotato oppure troppo quadrato. Il lato “B” più richiesto ai chirurghi estetici è tondo, alto e sodo, con il profilo da brasiliana. La qualità e la forma armonica del sedere dipende dalla tonicità dei tre muscoli coinvolti: piccolo, medio e grande gluteo. Praticando con costanza dell’attività fisica e seguendo una buona alimentazione si possono ottenere ottimi risultati.

Per i soggetti più pigri e per chi desidera raggiungere il risultato in tempi più brevi, esiste l’intervento di aumento dei glutei, che può avvenire tramite l’inserimento di protesi oppure mediante un lipofilling, ovvero l’inserimento del proprio grasso corporeo. Una terza possibilità consiste nei prodotti iniettabili specifici per le zone del corpo, che sono riassorbibili nel giro di un anno o 2, oppure i fili di trazione specifici per sollevare e rassodare i glutei.

Questi ultimi sono in PDO (Polidiossanone), non vengono ancorati al muscolo ma creano una modesta trazione del tessuto sottocutaneo ed hanno un’azione biorivitalizzante. Sono adatti alle persone che hanno bisogno di un lieve sollevamento, in seguito ad una perdita di tono non eccessiva. Sicuramente la richiesta di un lato “B” perfetto è dettata anche dalla moda del momento, perchè la percezione della femminilità passa attraverso i media.